E SE RICILASSI GLI ARTICOLI NATALIZI????

Fanciulli, quest’anno Babbo Natale è arrivato in anticipo portandomi in dono la capacità di perdere peso prima delle feste, è stato gentilissimo mi ha regalato LA STOMATITE. Babbo Natale fatti i cazzi tuoi la prossima volta!!!!

Visto che è arrivato in dono la stomatite e niente denaro, oggi vi ripropongo lo stesso articolo dell’anno scorso, che non passa mai di moda ed è sempre utile. Perchè in tempi di crisi, anche le idee, a volte vanno riciclate. Specie quelle buone!!!! leggere-a-letto

REGALO RICICLATO…EFFETTO ASSISCURATO

In tempi di crisi il regalo riciclato è un successo assicurato. Per riciclato non intendo fatto con materiale di riciclo, ma proprio riciclato cioè regalato da altri e rigirato a nuovi destinatari. Io, mentre scarto un regalo sfodero il mio miglior sorriso che dice “grazie non dovevi” sottotitolato “non dovevi regalarmi sta cacata”, torno a casa, lo metto in un cassetto e aspetto.

IL DECALOGO DEL REGALO RICICLATO

1) se un regalo a voi non piace, non è detto che non possa piacere a nessuno dei vostri amici

2) non c’è regalo che non possa essere riciclato

2) non c’è regalo che non possa essere riciclato

3) mentre aprite il regalo fatelo con estrema cura, la bustina vi servirà per reimpacchettarlo.

4) su un foglietto segnatevi il nome della persona che ve lo ha regato e possibilimente l’anno.

5) nascondete i regali che non vi piacciono, se il possibilie nuovo destinatario del regalo vede questo oggetto girare per casa avrà dei sospetti

6) anche maglie, borse e accessori si possono riciclare ovviamente non potranno essere cambiate, risolvete con due opzioni a) dite al nuovo destinatario “sai l’ho comprato più di due settimane fa, non fai in tempo a cambiarlo, ma è così bello che io non lo cambierei” b) se siete andati all’estero conservate le buste, reimpacchettate il regalo mettetelo busta di negozio straniero e dite “l’ho comprato in Onolulu pensando a te..se lo vuoi cambiare devi andare li”. Se non avete buste straniere specifiche, ricordate che tutti i francaising, in tutto il mondo hanno la stessa busta, quindi la scusa permane!

7) se per caso il nuovo beneficiario dovesse dirvi “ma tu non ne hai uno uguale” risposta pronta “io mi ci trovo così bene, che ho voluto comprarlo anche a te”.

8) se riciclate un libro, informatevi sulla trama in modo da argomentare e evitare gaffe tipo: regalare 50 sfumature di grigio ad una futura suora.

9) organizzatevi prima, non lasciate la decisone all’ultimo momento. I nuovi beneficiari devono essere pensati, facendo le cose di fretta e all’ultimo momento potreste correre il rischio di riregalare le cose a chi ve le ha regalate.

10) se per caso dovesse assalirvi il senso di colpa, respirate e pensate a tutti i soldi risparmiati.

Ovviamente, care amiche mie che leggerete questo articolo, ci tengo a dire che io non ho mai riclato nessuno dei vostri regali, li ho sempre trovati stupendi; ci tengo a dire che: se per caso voi doveste riciclare qualche regalo che io vi ho fatto PENSANDO A VOI non vi preoccupate sicuramente qualcuno mi avrà fatto lo stesso regalo pensando a me!!!

INVIATECI LE VOSTRE LETTERINE DI NATALE e I VOSTRI 10 REGALI SOTTO I 10€. IL MIGLIORE VINCERA’ UN ONESTA  E SINCERA PACCA SULLA SPALLA valeriadevito@gmail.com

3 thoughts on “E SE RICILASSI GLI ARTICOLI NATALIZI????

  1. Carino l’articolo, ma… gli errori sono terrificanti! “E SE RICILASSI GLI ARTICOLI NATALIZZI????”
    Ti prego, natalizi con una zeta. E occhio ai refusi: riciclassi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...