NON APRITE QUELLA PORTA….ALMENO NON TOCCANDO LA PORTA

C’era una volta un gruppo di cugini, un bel po’ di focacce pugliesi, birra e tanti ricordi. C’era, e ci sarà sempre, una rimpatriata quando “scendono” i cugini. Ci si ritrova e si ricorda e si ride…ma quanto si ride!!!!. E’ accaduto ieri, rimpatriata tra cugini. Tra un pezzo di facaccia e l’altro si parla dei nostri genitori, della nonna che non è una nonna è una manager (leggere per credere: NONNA MANAGER). Succede che il discorso cada sulla pulizia…e lì vecchi traumi  ritornano alla mente!

creative-sofa-cactus

Nella mia famiglia c’era, c’è e ci sarà sempre IL DIVANO, quello che per essere moderni non lo si copre più con il cellophane, ma che non si tocca lo stesso e soprattutto non ci si SIEDE…perchè il divano è sacro, non si tocca lo si guarda e si spera che un giorno potrà essere usato. Il divano di mio cugino si “è ingiallito con il sole, non per l’usura…io non mi sono mai seduto!”.
Nella mia famiglia esistono le porte, ma sono porte speciali, non si possono aprire…perché sono porte magiche, appena vengono sfiorate da dita umane, il tocco dell’epidermide con il legno laccato lucido lascia l’alone…e l’alone è una cosa grave…queste porte non si aprono, si sfiorano, e se si vogliono aprire bisogna lavarsi le mani e con un tocco leggero si toccano le maniglie.
Nella mia famiglia esiste il servizio di piatti per le occasioni speciali, le posate per le occasioni speciali, i bicchieri per le occasioni speciali. Sono così speciali che non hanno ancora inventato un occasione così speciale, ma così speciale per essere utilizzati.
Nella mia famiglia esistono gli asciugamani di rappresentanza, quelli che sono lì appesi, ricamati (punto a giorno, quadro e gigliuzzo, quelli con i fiori a punto pieno e la decorazione a rete principessa, alcuni li ho ricamati io!!!), che non si usano, sono asciugamani che non asciugano…ma che decorano. Sono asciugamani con tendenze depressive, che ogni tanto si lasciano scivolare giù dal termosifone per avere un po’ d’attenzione!!!

Esiste nella mia famiglia, sicuramente esiste in molte delle famiglie….Non toccare quella porta, non sederti su quel divano, non usare quel piatto…NON SI SA MAI DOVESSE VENIRE QUALCUNO!

DEDICATO AI MIEI CUGINI….CHE DA ANNI SPERANO DI POTERSI SEDERE SUI DIVANI DELLE ZIE!!!

One thought on “NON APRITE QUELLA PORTA….ALMENO NON TOCCANDO LA PORTA

  1. hihihi mi hai fatto immedesimare negli anche miei ricordi con il tuo testo🙂
    stesse scene, stesse abitudini, probabilmente provenienti da luoghi e tradizioni relativamente vicine tra loro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...