SAPETE COS’è IL LAVORO?

lavoro_dignita

Sapete cos’è il lavoro? Io non lo so.L’ho dimenticato, allora oggi sono andata sul dizionario e l’ho cercato il lavoro…il lavoro sul dizionario si trova facilmente…putroppo solo lì si trova facilmente.

LAVORO: Occupazione specifica che prevede una retribuzione ed è fonte di sostentamento

Putroppo, anche se ho fatto le scuole alte (come dice la nonna), non so cosa vuol dire sostentamento, quindi ho cercato anche quello.

Sostentamento: Soddisfacimento delle necessità materiali e soprattutto alimentari.

Quindi, secondo il dizionario italiano, il LAVORO dovrebbe FARMI MANGIARE.

Io lavoro ma sono digiuna. Com’è possibile? Allora NON LAVORO.
Sembra molto un sillogismo aristotelico (reminiscenze delle scuole alte) o un gioco di parole..in realtà non è un gioco è la realtà.

C’è gente che ci illude che esiste il lavoro gratis, c’è gente che dice “…aspetta un altro mese e poi si vede se riesco a pagarti intanto lavora”, c’è gente che lavora aspettando lo stipendio e per campare fa i debiti per potersi mantenere. Quello non è LA-VO-RO.

Allora ho cercato sul dizionario una parola che potesse al meglio spiegare la condizione predetta, dopo molte ricerche l’ho trovata:

SFRUTTAMENTO: L’approfittare senza scrupoli di altre persone per il proprio utile.

SE IL TUO LAVORO NON TI FA MANGIARE, ALLORA NON E’ LAVORO E’ SFRUTTAMENTO.

E finchè continueremo a confondere le due parole, o ad illuderci che lo sfruttamento sia lavoro, saremo sempre stanchi ma digiuni.

13 thoughts on “SAPETE COS’è IL LAVORO?

  1. ormai la condizione in cui viviamo è insostenibile: colloqui di lavoro che sono una farsa, stipendi fantasma, promesse che non portano mai a nulla. Ci stanno tagliando le gambe e le stanno tagliando all’Italia intera. Ti sono vicina.

  2. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 15.01.14 | alcuni aneddoti dal mio futuro

  3. Pingback: #coglioneNo, pensiamoci su | Vecchia Moleskine

  4. E’ la prima volta che arrivo qui nella tua casa 2.0 e devo dire che proponi dei contenuti interessanti, che fanno insomma riflettere tutti noi. Io ho 32 anni e ad oggi ho fatto 4 stage ed ho lavorato per un sacco di datori di lavoro che mi hanno “promesso e assicurato” che dopo quel periodo di prova avrei ricevuto un contratto a tempo indeterminato….”Dream baby, dream”. Oggi dopo tanti sacrifici mi ritrovo a pensare che forse se non avessi studiato oggi avrei avuto un lavoro sicuro, guarda i panettieri, commessi ecc. Il lavoro generico rende di più di quello specialistico. Sul discorso “Sostentamento”, hai ragione, si dovrebbe lavorare per vivere bene, mangiare e potersi pagare le medicine se si sta male, il volontariato lasciamolo alle associazioni no profit😉 Un salutone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...