C’è BISOGNO DI FI….DUCIA PER 3 MILIONI DI DISOCCUPATI

Ansa, Istat, Corriere, Repubblica, Quiregione, SalentoNews e persino la pettegola sotto casa oggi parla di disoccupazione. Parla dei 6milioni di disoccupati..ma soprattutto parla de “La percentuale di coloro che non cercano lavoro ma sono disponibili a lavorare è nel nostro Paese dell’11,4%”

Io ho scritto 2 tesi, una in collaborazione con Istat, ho somministrato dei questionari a risposta chiusa, dopo aver eleborato i dati ne ho tratto le conclusioni. Credo che sia la stessa cosa che abbia fatto l’Istat: prendendo un campione considerevole ha enunciato che: 11,4% dei disoccupati non cerca lavoro ma è disponibile a lavorare…che vor dì??
Questi stanno al bar..parlano con gli amici, non fanno nulla tutto il giorno, ad un tratto uno passa dal bar dice: ti va di lavorare..??” “si, grazie” Funziona così??? Fatemi capì. Non cercano lavoro ma sono disposti a lavorare…

Immagino anche che i disoccupati abbiano compilato dei questionari, qualche mese fa mi ha gentilemente chiamato Alamlaurea per sapere cosa stessi facendo…(per altro domande geniali…vabbè), probabilmente i sociologi avranno formulato la seguente donanda:

COME LO IMMAGINI IL TUO FUTURO?
– roseo
– fantastico
– come adesso
– na schifezza

Avendo il 70/80% risposto NA SCHIFEZZA, gli elaboratori hanno dedotto che: i giovani hanno perso la fiducia…se per caso gli avessero chiesto “ma perchè?”
Una delle possibili risposte poteva essere:

“non ho una raccomandazione, mio padre con lo stipendio da operaio ha fatto sacrifici per farmi studiare…ora mi mantiene da disoccupato e non può permettersi di pagare qualcuno per farmi lavorare..”

“perchè sfiduciata?..perchè per entrare a medicina alcune studentesse offrivano favori sessuali ai docenti io non voglio offrire nulla..quindi nessuno ha niente da offrire a me”

“perchè scoraggiata? perchè cammino per le strade della mia città, per il centro…e vedo un cimitero di negozi chiusi..se i negozi chiudono ogni mese io a chi lascio il curruiculum..”

” perchè sfiduciata? perchè taglieranno i fondi ai servizi pubblici per l’ennesima volta, io sono un’assistente sociale e mi vedo rubare il posto da Berlusconi” 

6 milioni di Italiani disoccupati, 3 milioni sfiduciati, altri 500 (se non di più si sono tolti la vita…) e cosa fa lo stato italiano??? Continua a tagliare e ad aumentare le tasse…e sui giornali vi chiedete ancora PERCHè??

Annunci

8 thoughts on “C’è BISOGNO DI FI….DUCIA PER 3 MILIONI DI DISOCCUPATI

  1. quando feci l’esame di economia politica, nello specifico MACROECONOMIA, la disoccupazione era calcolata fra chi aveva perso il lavoro e chi la cercava, sottratta alla forza totale del lavoro, ossia sottraendo chi, pur in età di lavorare, non cercava occupazione. questa voce mi risulta nuova. disposto a lavorare se qualcuno ti offre un lavoro? forse non ci rientro io. qualche giorno fa per la seconda volta mi hanno offerto di fare la commessa. in un negozio di abbigliamento per bambini. in pochi mesi ne ha cambiate tre di commesse. gira voce che io sia seria. seria perchè? perchè mi accontento di un’elemosina, magari in nero e a lavorare in orari impossibili? o seria perchè non rubo? con tutta la disoccupazione possibile che non abbiano ancora trovato una cazzo di commessa seria? o vogliono a tutti i costi me? sono bella?attraente? posso essere perfetta per combinare qualcosa con i figli? no. grazie. te lo dico io perchè ho detto no. ho studiato 5 anni, il sesto era per la tesi. ho studiato sola su quella dannata tesi cui nessun giurista aveva mai avuto il coraggio di scriverci sopra e cui nessun studente aveva avuto le palle per scegliere quella prof, la più terribile, per farci con lei la tesi. l’ho fatto perchè l’argomento era un biglietto da visita per il futuro. era e dovrebbe essere un modo per presentarmi nel mondo del lavoro. doveva essere l’input di una carriera da giurista, o da dottoranda, ma serve per fare la commessa. non che non abbia bisogno di soldi, giuro, ma perchè un fottuto 35 enne figlio di papà, ignorante più di un analfabeta del 19° secolo debba avere la fortuna di ricoprire un bel posto, ben pagato, con tutto che non ha bisogno di soldi, mentre chi come me, che la gavetta ce l’ha stampata sulla propria pelle come il numero di serie affibbiato agli ebrei al tempo della shoah, che parla di studio, pensa da intellettuale, sa le regole, deve rifilarsi un posto da commessa sottopagata. chiamami choosy, chiamami fannullona, ma pur volendo non me lo permetterebbero nè i miei nè il mio ragazzo. non m i permetterebbero di fare la commessa dopo che gli ho scassato le scatole per anni, dopo che mi passavano le 10 euro per l’abbonamento del pullman, dopo che aspettavano alle 9 di sera che finissi un’esame, stanchi, stremati, con la voglia di darmi tanti auguri per un misero 25 perchè il mio cognome non risultava sul registro delle eccellenze.

  2. L’aspetto divertente è che qualche mese fa il malgoverno (quello che ci comanda da 20 anni con sigle diverse) sosteneva che i giovani disoccupati erano solo 700 mila e che oltre a SVE, erasmus, apprendistato agevolato, superminimi, e/o contributi per stage/tirocini, specie se finivano l’università, avevano bisogno di un ulteriore incentivo a favore delle aziende per l’assunzione a tempo indeterminato o il coinvolgimento precario.
    Ed invece l’istat oggi ci fa notare che le cifre sono 3 milioni per coloro che non credono nelle agenzie interinali e/o altre forme di collocamento create con le riforme negli ultimi 10 anni di governo e 6 milioni per i disoccupati totali.
    Mentre qualche settimana fa si indicavano in 9 milioni coloro che sono precari disoccupati o con stipendi ridicoli…quindi 3 milioni di assunti che lavorano a vuoto…solo 3 milioni?!?!?! secondo me molti di più.
    Ovvero su 60 milioni di italiani 10 milioni hanno i consumi ai minimi, oggi che i consumi crollano, portando nuove aziende a chiudere o delocalizzare all’estero grazie anche alle riforme dell’articolo 18 che permette di chiudere un’azienda per problemi economici. Cosa vorrà dire?! non di certo che faccio parte di questo o quel partito politico (non voto da anni e vorrei la reintroduzione dell’ostracismo alle urne, in memoria alla civiltà avanzata dei Greci).

    Ciò vuol dire che abbiamo perso logica e buonsenso e ci stiamo dando la zappa sui piedi, stupendoci che fa male.

  3. “6 milioni di Italiani disoccupati, 3 milioni sfiduciati, altri 500 (se non di più si sono tolti la vita…) e cosa fa lo stato italiano??? Continua a tagliare e ad aumentare le tasse…e sui giornali vi chiedete ancora PERCHè??”

    Capire quello che sta succedendo è facile, io consiglio a tutti quelli che stanno vivendo disagio (disoccupazione, stipendi bassi, assenza di prospettive future, ect…) di leggere il libro di Giulietto Chiesa “Invece Della Catastrofe”, oppure di assisttere ad una qualsiasi delle sue conferenze (oppure vederle online, su Youtube è pieno). Per esempio questa: http://www.youtube.com/watch?v=omwY08XIYuo

    Saranno cose difficili da digerire, ma solo la verità può non far sentire milioni di persone sole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...