ARREDAMENTO LOW COST???

casa-riciclata_45010000_230x230

Se il contratto è a progetto la convivenza è part-time!
Dopo un anno di convivenza part time (venerdì-sabato e domenica), io e il mio ragazzo abbiamo deciso di passare ad un full time!!! Ovviamente si sà, non si può vivere due cuori e una capanna perchè la capanna va arredata; ma già convivere costa, figuriamoci arredare! Quindi come Barbara Gulienetti di “Paint Your Life” e Giovanni Muciaccia mi sono armata di ingegno e…..
PER QUESTO PROGETTO OCCORONO: una sfilza di parenti e amici, un sorriso smagliante e un pugno. FATTO? Ora, prendete il vostro sorriso migliore, l’elenco degli amici e parenti (possibilmente sposati o conviventi) e con il vostro pugnetto andate a bussare alle loro case. Da questo momento in poi sta a voi giocare le carte migliori.  Ci sono tre approcci:

APPROCCIO 1) CI GIRO INTORNO:
“CIAO Cugino Filippo, come stai??? Bene..sono contenta. Sai sto andando a convivere…SI. Sono felicissima, ma sai è dura…eh si…io sono disoccupata…No no è arredata manca solo qualcosina, qualche elettrodomestico…ma sai ci stiamo organizzando…poi vediamo. Ah se mi puoi dare qualcosa? No, sai non vorrei disturbare. Ma graaazie davvero, sono proprio le cose che mi servivano!”

APPROCCIO 2) DIRETTO:
“Annalì! Visto che ti sei sposata ora ed hai un botto di cose nuove della lista nozze, non è che potresti darmi l’asse da stiro e il servizio di piatti…e anche la friggitrice?”

APPROCCIO 3) GIOCOSO:
SMS collettivo ad amici e parenti: “Visto che abbiamo deciso di andare a convivere e vogliamo condividere con voi la nostra gioia, portateci un elettrodomestico o qualsiasi oggetto che non vi serve più, in cambio vi offriremo la cena e ottima compagnia. No elettrodomestico no party!

Può sembrare una cosa folle, ma molte delle mie amiche che hanno fatto la lista nozze, si sono ritrovate delle cose in esubero rimaste negli scaffali fino a che non sono arrivata io! Con questa tecnica ho recuperato: un robot da cucina, una batteria di pentole, set da 12 di tazzine con piattini e zuccheriera, padelle, contenitori vari, un microonde, la bistecchiera, una pietra ollare, tovaglie e tovagliette, una macchina per i pop corn, asse e ferro da stiro…e il giro non è ancora finito! Con l’aiuto di mamma che è sarta ho rimesso a nuovo due divani e tra un pò spunteranno le tende, ho tirato fuori tutte le bomboniere e le ho usate (fermacarte, calici, svuota tasche, coppette per gli stuzzichini, coltello da formaggio). Per la pitturazione: la santa mano del mio ragazzo…e se viene male? Vi inventate che è un nuovo stile avanguardista modernizzato!!!

E se Leroy Merlin “in caso di casa”, Valeria “in caso di Ingegno” !!!!

Annunci

34 thoughts on “ARREDAMENTO LOW COST???

  1. Ahahah!!! Quando sono andata a convivere i miei parenti mi hanno preso per una discarica di elettridomestici vecchi o inutillizzati, è stata una grande soddisfazione anche per me!! E la pietra ollare in questi casi è un must, chè non la usa mai nessuno!! 😁

  2. Che poi… non è mica giusto che per due che si sposano gli si faccia il regalo e a due che vanno a convivere un bel niente!
    Brava! dai un party, ti vesti di bianco, ti prendi un mazzetto di fiori e fai la festa per l’inizio convivenza, e chi partecipa ti porta un regalo utile… auguroni per il grande passo!

  3. Convivo da un anno e ti capisco appieno. Noi ci siamo ritrovati con 6, dico 6 pelapatate. E quattro servizi di tazzine da caffè. E una sfilza di strofinacci per la cucina e non so più dove mettermeli. Per non parlare poi del “corredo” che mia madre mi aveva tenuto da parte da quando sono nata…fai io calcolo, in 28 anni, quanta roba può essere! 😀

    • Mia madre ricama e da brava donna del sud mi ha fatto un corredo che occupa un armadio intero…ma per ora non me lo può dare, solo se mi sposo! Quindi se qualcuno mi regala un armadio 4 stagioni mi fa un piacere!!!!

  4. Graaaande! Io sto aiutando un’amica ad arredare casa… ed è esattamente così! In più faremo un sacco di cose noi (io ci guadagnerò “solo” tanta birra! eheheh).
    le cose fai-da-te sono le migliori perché danno più soddisfazione! E le cose donate le mostrerai con orgoglio ai tuoi ospiti oppure le potrai usare come argomento di conversazione per raccontare storie! 😛

  5. Pingback: GRAZIE BELEN…OGGI MI HA DONATO UN SORRISO | La disoccupazione ingegna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...